Social Media Marketing A.D. 2017

Facciamo il punto sul Social Media Marketing

Solitamente faccio il punto dei Social Network ogni anno sul mio blog, ma quest’anno ho atteso l’organizzazione di questo evento per parlarne direttamente qui.

Diciamolo subito, anche se da anni si parla di come fare Social Media Marketing, moltissime piccole/medie aziende non seguono affatto i consigli e le linee guida, e sono veramente pochi quelli che si applicano e credono in un marketing alternativo a quello tradizionale. Certamente non è facile per chiunque ed applicarsi al SMM richiede studio, tempo e costanza prima di vedere i primi frutti. Ma con impegno i risultati si vedono e questo vale in ogni campo, specie in quello turistico.

Quindi come sono cambiati gli scenari nel corso degli ultimi 12 mesi? In questo periodo molto poco:  Facebook continua a dominare ed a crescere e lo fa ormai da 10 anni, quindi resta il Social Network di gran lunga più usato. Se consideriamo poi tutto l’ecosistema Facebook, che include Instagram, WhatsApp e Messenger, l’audience arriva a 4.47 miliardi di persone (1,87 miliardi Facebook + 1 miliardo Messenger + 1 miliardo WhatsApp + 600 milioni Instagram). Subito dopo si pone Youtube con 1 miliardo di utenti (sempre a livello mondiale). Poi vi sono dei Social Network sconosciuti in Italia QQ (è il più popolare programma di messaggistica istantanea in Cina con 877 milioni di utenti), WeChat (conosciuta come Weixin in Cina, è la versione cinese di WhatsApp con 845 milioni di utenti) e QZone (è un social network anche questo in cinese con 632 milioni di utenti). Dopo la sfilza dei Social Cinesi troviamo Tumblr con 550 milioni di utenti a livello globale che in Italia non si è diffuso molto (infatti lo troviamo al penultimo posto in Italia con l’11% di utenti totali sui Social) e Twitter con 317 milioni di utenti globali (va meglio in Italia con il 25% dell’audience nazionale sui Social). Google+ in Italia ha gli stessi utenti di Twitter, ma come già indicato altre volte, si tratta di un dato falsato dalle iscrizioni a Google nel suo complesso (gmail, drive, ecc..) che automaticamente iscrive anche a Google Plus, ma in realtà è un Social Network in fase di estinzione, visto le pochissime iterazioni tra utenti. In risalita troviamo LinkedIn che sta lanciando alcune interessanti innovazioni sia nel design che nelle sue funzioni. Pinterest invece resta poco usato in Italia ed ancora meno Snapchat che si trova all’ultimo posto tra i 12 Social Network più diffusi. Trovate tutti i dettagli dei dati su “We are Social“.

Visto quindi come stanno le cose, i Social Network sono sempre più attivi, quindi fare marketing sui Social Network è fondamentale per chi vuole farsi trovare. Moltissimi utenti quando accedono ad Internet non passano più da Google o altro motore di ricerca, ma vi accedono direttamente attraverso i Social Network ed il mezzo preferito è ormai diventato il mobile. Addirittura l’87% degli utenti che accedono a Facebook (a livello globale) lo fa con un dispositivo mobile.

Fare marketing sui Social Network, in particolare su Facebook è una delle attività di marketing alla portata di tutti, a patto di conoscere tutte le dinamiche, avere contenuti accattivanti ed un sito responsive dove poi far confluire il traffico.

 

Leave a reply

20 + undici =